I Progetti di ricerca in corso in favore di Ricerca, Sviluppo e Innovazione

Gennaio 15, 2019
chi-siamo-02.jpg

REG. CPNUDRP – PROTOCOLLO 0042620/U DEL 10/08/2021

Bando Voucher digitali I 4.0 per la concessione e contestuale erogazione di contributi per strategie di comunicazione e marketing digitale per i mercati globali per le PMI delle ex province di Pordenone e Udine – 2020 – approvato con delibera di giunta n. 117 del 16/09/2020

La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Pordenone – Udine, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), ha promosso la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese, di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, quali:

 

  • la diffusione della “cultura digitale”, con l’obiettivo di sostenere le PMI nella definizione di strategie di espansione e consolidamento della propria competitività anche sui mercati esteri attraverso lo sviluppo di canali di promozione e commercializzazione digitale;
  • l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
  • il sostegno economico alle iniziative di messa a punto o adeguamento della strategia di comunicazione e marketing, attraverso l’integrazione delle potenzialità offerte dagli strumenti e dai canali digitali.

 

Il presente bando ci è stato concesso a titolo di aiuto “de minimis”, di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 per i servizi/canoni volti a favorire l’accesso a piattaforme e-commerce e booking internazionali (B2B, B2C, I2C) e a favorire una maggiore competitività grazie al marketing digitale e l’acquisizione di forme di smart payment, relativi in particolare a:

1) canoni di inserimento e/o mantenimento su piattaforme di prenotazione turistica, marketplace (B2B, B2C e I2C);
2) campagne di promozione attraverso attività di digital e social media marketing, couponing, inbound marketing.

 

Contributo richiesto: Euro 10.000,00
Importo concesso: Euro 7.000,00

 


 

POR FESR 14-20 – Attività 1.3.a DGR n.646/2016.
Incentivi alle Imprese per R&S
Pratica n.23807/RS/2016

PROGETTO DI RICERCA INTITOLATO: DALLA CULLA ALLA CULLA NELLA FILIERA PRODUTTIVA STRATEGICA DELLA CASA

Il presente progetto intende introdurre importanti elementi di ricerca e sviluppo nella filiera casa grazie all’introduzione di nuove soluzioni tecnologiche costruttive basate sul concetto della Circular Economy ovvero economia del riciclo ed economia rigenerativa. All’interno di tale visione economica, i materiali sono progettati per circolare all’interno del flusso produttivo con la minima perdita di qualità, minimizzando la produzione di rifiuti e sprechi. Il paradigma diventa quindi progettare – produrre – distribuire – consumare – dismettere – riciclare.
Obiettivo principale del progetto congiunto è lo studio di elementi e metodi costruttivi altamente innovativi che utilizzano le materie di scarto degli attuali processi produttivi. Da un lato abbiamo la società Pontarolo Engineering Spa che studierà un nuovo sistema costruttivo, che utilizzerà materiale presente in loco (terra cruda) nonché le materie di scarto degli attuali processi produttivi quali elementi sostitutivi al calcestruzzo armato, abbinati ad elementi costruttivi innovativi quali casseri a rimanere con funzioni isolanti e ad elevate prestazioni energetiche; dall’altro lato abbiamo la società Breda Tecnologie Commerciali Srl che andrà a studiare dei pannelli a protezione delle murature e/o strutture sia interne che esterne ad altissime prestazioni, in parte derivanti dal riutilizzo degli scarti di processi produttivi di vari materiali che vanno dalla lana di roccia fino alla vetroresina.
Il risultato a cui i partner di progetto puntano è di ottenere una nuova soluzione per il mondo delle costruzioni, a bassissima impronta ambientale (uso della terra cruda e materiali riciclati) duratura nel tempo, facilmente assemblabile, che usa materiali locali riciclati e riciclabili, che uniscono la componente strutturale a quella estetica. La ricerca prevede inoltre, anche uno studio per la finitura con innovativi e performanti elementi estetici da applicare sui pannelli di protezione nonché con lo studio di trattamenti superficiali con nanomateriali che permettano di raggiungere elevati livelli prestazionali riguardo alla riflettanza, alla traspirabilità, all’assorbimento dell’acqua e della pulizia dell’aria dell’ambiante abitativo.
Il presente progetto, ideato e programmato interamente da Pontarolo Engineering Spa e Breda Tecnologie Commerciali Srl è stato valutato e premiato per il suo carattere altamente innovativo e tecnologico.
Il contributo che la Regione FVG ha concesso relativamente alla progetto di cui sopra è:
– Euro 196.569,78 per quanto attiene la spesa di Euro 403.824,52 in capo a Pontarolo Engineering Spa;
– Euro 164.850,13 per quanto attiene la spesa di Euro 317.463,62 in capo a Breda Tecnologie Commerciali Srl;
Il progetto ha una durata di circa due anni; e tale contributo risulta fondamentale per la buona riuscita del progetto stesso.

 

POR FESR 2014-2020 – Asse II

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Promuovere la competitività delle PMI. Azione 2.3: Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale.

Attività 2.3.b – Linea di intervento 2.3.B.1 – DGR 572 del 31.03.2017

Aiuti agli investimenti e riorganizzazione e ristrutturazione aziendale della PMI – Sostenere il consolidamento in chiave innovativa delle PMI, mediante l’introduzione di servizi e tecnologie relative all’ICT.

Pratica nr. cod. MIC 31017

Prot. nr. 12011 del 06.06.2017

PROGETTO DI RICERCA INTITOLATO: “SOLUZIONE PONTAROLO 4.0”

Il Progetto, dal titolo “Soluzione Pontarolo 4.0”, riguarda lo sviluppo e la realizzazione dell’innovazione del sistema di gestione aziendale secondo i criteri dell’Impresa 4.0. Questo progetto rappresenta per l’azienda un vero processo di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale. Introducendo nuovi ed innovativi sistemi e tecnologie per la “Information and communication tecnology” aziendale, Pontarolo Engineering spa (di seguito Pontarolo) potrà avvalersi di una vera e propria strategia aziendale che è fondamentale per il miglioramento dell’attività produttiva, commerciale e di servizio tale da rendere l’azienda ancora più competitiva nel mercato attraverso l’offerta di prodotti e servizi di qualità e precisione.

L’introduzione di tecnologie innovative dell’informazione avrà un positivo impatto in termini di efficientamento su tutte le funzioni aziendali quali, ad esempio, l’area commerciale, la logistica etc.

Il Progetto prevede l’introduzione in azienda un sistema ERP innovativo di ultima generazione il quale, oltre ad adempiere alle usuali esigenze contabili-amministrative, presenta al suo interno dei software in grado di occuparsi della pianificazione delle attività legate alla produzione e alla logistica di magazzino nonché esso è in grado di ottimizzare la logistica dei trasporti al fine di gestire le dinamiche di mercato che diventano sempre più variabili e rapide. Il sistema ERP includerà inoltre un sistema CRM per la condivisione e la salvaguardia delle informazioni chiave del e per il business di Pontarolo. Quest’ultimo aspetto fondamentale permetterà di rendere disponibile al personale interno ed esterno all’azienda tutte le informazioni necessarie a sviluppare e concludere ottimamente le trattative legate ai prodotti e servizi offerti.

La nozione di innovazione è il cuore del Progetto che Pontarolo intende sviluppare.

Pontarolo si propone quindi di creare un sistema di gestione delle informazioni e delle attività uniforme, che sia a misura di quello che oggi è l’azienda, che tenga conto quindi dei diversi brand che l’azienda possiede e commercializza, delle diverse tipologie di produzione nonché delle esigenze e criticità che ogni giorno affronta per soddisfare le richieste dei mercati in cui opera (ad esempio il mercato legato alla G.d.O. piuttosto che quello legato alla realizzazione di immobili chiavi in mano).

Il contributo che la Regione FVG ha concesso relativamente alla progetto di cui sopra è di Euro 41.131,05.
Il progetto ha una durata di un anno, e tale contributo risulta fondamentale per la buona riuscita del progetto stesso.

 

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

“Contributi nella forma di credito d’imposta di cui alla L.R: 28 dicembre 2018, nr. 29, art. , commi da 34 a 40 (Legge di Stabilità 2019) e relativo regolamento di attuazione approvato con decreto di Presidente della Regione 30.10.2019, nr. 197”.

Decreto di Concessione nr. 3793/PROTUR del 19.12.2019.

PROGETTO DI RICERCA INTITOLATO: TECNOLOGIE INNOVATIVE PER L’EDILIZIA PER PAVIMENTI E STRUTTURE 

L’attività di ricerca prevede la ricerca, sviluppo ed industrializzazione di innovazioni che la scrivente ha già provveduto a proteggere con 2 domande di brevetto: “Esostruttura termicamente isolata applicabile a strutture edili esistenti da rinforzare o rendere antisismiche” e “Cassero a perdere per murature isolate”, e per le quali ci sarà un ulteriore deposito a livello europeo. Il progetto riguarda tecnologie innovative per l’edilizia e le strutture, con particolare attenzione alla sicurezza al fuoco, il comportamento antisismico e l’alleggerimento. L’obbiettivo è infatti l’approfondimento dell’argomento sicurezza per quanto riguarda la propagazione del fuoco in caso di incendio, in conformità con la circolare del ministero dell’interno (protocollo numero 5043 del 15/04/2013 guida tecnica su “Requisiti di sicurezza antincendio delle facciate negli edifici civili”). Da questo punto di vista verrà sviluppato un elemento in materiale ignifugo applicabile al sistema Climablock della Pontarolo e dovrà essere posizionato in fase di costruzione, in prossimità di fori e marcapiano per evitare la propagazione degli incendi. Il progetto prevede, inoltre, lo studio dal punto di vista sia teorico che sperimentale di un sistema che permetta di realizzare in un’unica soluzione: il rinforzo sismico dell’edificio esistente e l’efficientamento energetico della struttura. L’idea che ha spinto la ricerca è quella della formazione di un esoscheletro in calcestruzzo armato ed adeguatamente collegato su una struttura esistente, con l’obbiettivo di migliorare la resistenza sismica e allo stesso tempo l’efficientamento energetico. Il sistema verrà anche corredato da uno studio su elementi di alleggerimento innovativi, con particolare attenzione ai consumi di calcestruzzo, la resistenza sismica e i comportamenti al fuoco. Inoltre, prevede un’attività che riguarda la ricerca, sviluppo ed industrializzazione di innovazioni che la scrivente ha già provveduto a proteggere con la domanda di brevetto “Sistema per il fissaggio di doghe” depositata in data 20.11.2019, e che prevede la progettazione di un sistema innovativo ed unico per la formazione di un rivestimento o pavimenti e cappotti a doghe rimovibile. Tale progetto nasce dall’esigenza del mercato di un sistema facile ed economico per la posa di doghe sia in orizzontale che in verticale. L’innovazione sostanziale del sistema ideato da Pontarolo sta nella caratteristica di rimovibilità del pavimento installato: caratteristica che darebbe un grande valore aggiunto al sistema venduto e di fatto renderebbe il sistema avvantaggiato rispetto ai sistemi concorrenti. Per eseguire una progettazione corretta del sistema e testare il prodotto è necessario produrre dei prototipi degli elementi per poi eseguire le necessarie misure correttive. Per la formazione dei prototipi in plastica ci sarà l’acquisto di materiale durevole direttamente imputabile alla realizzazione dei prototipi. Per la prototipizzazione delle doghe in legno relative, invece, sarà necessario l’acquisto delle attrezzature necessarie alla prototipizzazione.

Contributo concesso: Euro 25.000,00

 

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

“POR FESR 2014-2020. ATTIVITA’ 1.2.a. – LINEA D’INTERVENTO 1.2.a.1. – INCENTIVI ALLE IMPRESE PER ATTIVITA’ DI INNOVAZIONE DI PROCESSO E DELL’ORGANIZZAZIONE – AREE SPECIALIZZAZIONE AGROALIMENTARE, FILIERE PRODUTTIVE STRATEGICHE, TECNOLOGIE MARITTIME E SMART HEALTH – BANDO 2020”

DECRETO DI CONCESSIONE NR. 3393/PROTUR DEL 27.11.2020.

PROGETTO DI RICERCA INTITOLATO: RICONFIGURAZIONE PROCESSO PRODUTTIVO PAVIMENTAZIONI IN LEGNO

Il presente progetto è finalizzato all’innovazione di un processo aziendale attinente alla traiettoria di sviluppo nella filiera sistema casa con il fine di supportarne il settore produttivo e ridurre gli effetti negativi provocati dall’emergenza epidemiologica COVID-19. Il progetto riguarda in particolare la riconfigurazione dei processi produttivi del sito di San Vito al Tagliamento. L’obbiettivo principale è quello di sviluppare un nuovo processo produttivo in un’ottica di miglioramento continuo, aumento dell’efficienza e della sicurezza per gli operatori.

Il processo serve alla lavorazione di tavole grezze di legno fino all’ottenimento di pavimentazioni modulari per la casa, spesso abbinate a basi in polipropilene riciclato che ne fanno da supporto. Queste pavimentazioni, facili da montare, possono avere svariate misure e finiture, che necessitano ognuna di un particolare processo di montaggio e lavorazione.

L’obbiettivo del presente progetto è quello di introdurre un’innovativa configurazione che permetterebbe di integrare automaticamente in linea uno dei processi che attualmente è gestito separatamente e che genera un ingente costo nel processo, si prevede di ottenere un miglioramento dell’efficienza produttiva. La nuova configurazione dovrà essere studiata nei particolari con l’obbiettivo di superare le difficoltà tecniche che attualmente rendono impossibile l’integrazione di tale lavorazione. L’innovazione risiede quindi nel rendere automatica una lavorazione finora svolta manualmente. Per poter fare ciò sarà necessario, quindi, svolgere uno studio approfondito sulle tecnologie, il processo e il layout, acquistare dei macchinari specifici ed interfacciarli con il resto della linea e del gestionale, nonché installarli seguendo la logica di posizionamento adeguata e Lean.

Grazie all’introduzione di questa nuova linea di montaggio molto più efficiente, verranno risolte anche le problematiche di configurazione attuale del processo, che presenta delle problematiche intrinseche di distanziamento tra alcuni operatori, che ci ha costretti negli ultimi mesi a ridurre l’efficienza della linea di produzione separando o rinunciando ad alcuni di essi. Inoltre risultano difficoltosi gli spostamenti degli stessi volendo rispettare il distanziamento. Lo studio oggetto del presente progetto, quindi, si concentrerà anche sul posizionamento dei macchinari, in un’ottica Lean e di distanziamento. Il progetto prevede, quindi, di efficientare l’attuale unica linea di montaggio, nella quale vengono realizzate la totalità delle operazioni di montaggio, con una linea più efficiente e priva di sprechi.

In particolare verrà acquistata una intestatrice con i relativi nastri di convogliamento, una pressa per eseguire l’operazione di incastro, una spazzolatrice completa di accessori, e una reggettatrice. Queste macchine andranno quindi trasportate, posizionate, installate con il relativo aggancio alla rete elettrica e a quella di aspirazione, e collegate con il gestionale. Verranno eseguite, in fase di installazione, tutte le prove necessarie con materiali da consumo in modo da registrate i tempi di lavorazione e tarare la velocità di ogni macchinario, per ogni prodotto, nonché garantire la qualità e la precisione necessaria.

Il prodotto finito poi verrà testato in un laboratorio specifico per valutarne le proprietà della finitura superficiale creata con la spazzolatrice.”

Spesa ammessa: Euro 142.875,25

Importo concesso: Euro 64.293,86

POR FESR 2014-2020 – Linea di intervento 2.3.c.1 – Bando DGR 993/2020: “Sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle PMI nei diversi settori del sistema produttivo regionale, finanziando investimenti tecnologici e attività per fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19”

PRATICA NR.: 109541/IND/2020

PROGETTO DI RICERCA INTITOLATO: INTERVENTI A GARANZIA DELLA CONTINUITA’ LAVORATIVA IN EMERGENZA COVID-19 

Il presente progetto è finalizzato a garantire la continuità lavorativa delle ns. attività, sia nei locali adibiti ad uffici, sia nei reparti produttivi, prevenendo nel contempo comportamenti rischiosi ai fini dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, che obbligherebbero l’azienda a prendere nuovamente decisioni impopolari come il ricorso all’obbligo di ferie a rotazione o la richiesta di CIG per i propri dipendenti o, nel caso estremo, alla chiusura per quarantena, con rilevanti conseguenze economico-finanziarie.

Per garantire quanto sopra, secondo le direttive di sicurezza aziendali, aggiornate a seguito dell’emergenza epidemiologica in corso, sono necessari: Dispositivi di Protezione Individuale, tipo mascherine chirurgiche, poiché ogni mattina ogni dipendente viene dotato di una o più mascherine “usa e getta”; prodotti per la disinfezione e sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, poiché ogni ufficio è dotato di gel igienizzante e prodotto sanificante che viene utilizzato del dipendente giornalmente per la disinfezione della propria postazione e dei propri strumenti di lavoro; apparecchiature tipo termometri per il controllo della temperatura sia ai dipendenti, sia ai visitatori occasionali dell’azienda, al fine di evitare i contatti o quanto meno identificare immediatamente individui con temperatura corporea superiore ai 37,5 C°; acquisizione di servizi regolari di disinfezione e sanificazione dei locali lavorativi nel loro complesso da parte di aziende a tal fine specializzate; sistemi di barriere di protezione interpersonale nei luoghi di lavoro per meglio garantire il distanziamento sociale; ottenimento di consulenze specializzate per la sicurezza nei luoghi di lavoro, con avvio di corsi di formazione per l’acquisizione delle competenze e conoscenze specifiche, anche in vista di una nuova ondata epidemiologica.

Inoltre, durante il periodo di lockdown, nel quale anche all’interno della nostra azienda è stato incentivato il cosiddetto smart-working, è stato potenziato l’ecommerce, quale strumento alternativo alla normale attività di vendita, ampliando la gamma di prodotti presenti nello shop on-line della Pontarolo Engineering; da qui la necessità di acquisizione di personal computer per far fronte alla gestione anche in smart-working delle vendite tramite ecommerce.

Spesa ammessa: Euro 19.163,75

Importo concesso: Euro 9.581,88 (50%)

 

SEDE LEGALE ITALIA

San Vito al Tagliamento

La PONTAROLO ENGINEERING S.p.a. è un’ azienda che da oltre 55 anni opera nel settore delle costruzioni.
+39 0434 857010

www.pontarolo.com

info@pontarolo.com

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi direttamente gli aggiornamenti sui nostri prodotti ed eventi

    SEGUI I NOSTRI SOCIAL

    Seguici per essere sempre aggiornato su tutte le nostre attività



    Privacy Policy

    Cookie Policy